Primi passi in Musica

Primi passi in Musica è un corso di musica per bambini da 0 a 36 mesi, basato sulla Music Learning Theory di E.E. Gordon.

I primi anni di vita del bambino costituiscono, anche per quanto riguarda la musica, un momento fondamentale ed irripetibile per lo sviluppo delle sue potenzialità future: il corso ha l’obiettivo di fornire un’importante opportunità di apprendimento della musica per il bambino dalla nascita fino ai 36 mesi.

***

Il corso è tenuto da Veronica Emer.

Il corso è stato concepito per far vivere ai bambini un’esperienza unica, che li porterà ad arricchire con la musica il proprio patrimonio espressivo.

Durante le lezioni l’insegnante comunica con i piccoli attraverso canti melodici e ritmici senza parole, ascoltando le loro risposte musicali spontanee e contestualizzandole in un dialogo musicale.

Il movimento libero ed istintivo dei bambini viene favorito e rispecchiato attraverso l’esempio diretto dell’insegnante e dell’adulto presente, che ha un ruolo decisivo all’interno del percorso musicale.

Le lezioni

Le lezioni si terranno presso l’asilo nido La voce dei bambini (in via Benedetto Marcello, 19 a Firenze).

Le lezioni sono suddivise per fasce d’età:

  • da 0 a 18 mesi e da 18 a 36 mesi

Il corso prevede un ciclo di 20 lezioni (con un minimo di 6 bambini ed un massimo di 12 iscritti per gruppo).

Sono previsti anche un incontro preliminare con gli educatori, uno con i genitori ed una lezione aperta alla fine del ciclo.

Come si svolgono le lezioni

Hanno cadenza settimanale, con durata di 30 minuti, ed avvengono in un ambiente il più possibile sgombro da qualsiasi oggetto che possa ostacolare il libero movimento (possibilmente una stanza vuota), in un’atmosfera informale che permetta loro di poter esprimere in modo spontaneo e naturale le loro risposte agli stimoli musicali. Durante tutte le lezioni è richiesta la presenza dell’educatore di riferimento, che parteciperà in modo diretto alle attività attraverso il canto ed il movimento.

Veronica Emer
www.facebook.com/vero.emer
Tel. 347.9543610
Email veronica.emer@gmail.com

***

Per ulteriori informazioni
Tel. 327.1418465 (solo WhatsApp)
Email: nido.lavocedeibambini@gmail.com

Calendario e giorni di chiusura

L’asilo inizia
il 2 Settembre 2019

L’asilo finisce
il 31 Luglio 2020

L’asilo resterà chiuso nei seguenti giorni:

  • il 1 Novembre
  • l’8 Dicembre
  • dal 23 Dicembre al 6 Gennaio compresi
  • dal 10 al 13 Aprile compresi
  • il 25 Aprile
  • il 1 Maggio
  • il 2 giugno
  • il 24 giugno

***

Per ulteriori informazioni
Tel. 327.1418465 (solo WhatsApp)
Email: nido.lavocedeibambini@gmail.com

La voce dei bambini è… ASILO NIDO

Il nido accoglie bambini dai 12 mesi ai 36 mesi ed è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 07.30 alle 18.00, sabato e domenica secondo le richieste.

Fasce orarie e accreditamento

All’atto dell’iscrizione, è prevista la possibilità di scegliere tra diverse fasce orarie e ci si può avvalere dell’accreditamento del Comune di Firenze dalle 7:30 alle 18:00.

Le attività iniziano il 1 settembre e si concludono il 30 luglio di ogni anno scolastico.



Il metodo educativo

La proposta educativa del nido è ispirata ai contributi di pedagogiste come Maria Montessori e Elinor Goldschmied, e in tal senso il servizio è costruito a partire da una riflessione intorno ai differenti bisogni dei bambini.

I nostri principi educativi sono i seguenti

La cura: necessità di accudimento fisico, cioè di cure di igiene personali, di alimentazione, di riposo.

L’affettività: bisogno di essere riconosciuti, di essere ascoltati, di riferimenti precisi, di relazioni con adulti che trasmettano sicurezza.

I ritmi e regole: rispetto di ritmi individuali, come necessità di riti e rituali che si ripetono stabilmente dando ai bambini un senso di sicurezza, come bisogno di ordine spaziale e temporale e di limiti.

L’autonomia: bisogno di fare da solo e di avere tempo per fare un’ azione, di rispetto delle proprie iniziative, di non essere anticipato nelle azioni.

La crescita e il gioco: bisogno di conoscere, esplorare, sperimentare, giocare per scoprire e incuriosirsi. Dai 12 mesi è più presente il bisogno di muoversi, di fare con le mani e con il corpo. Dai 18 mesi diventa un fare per essere competente, per mettersi alla prova, diventa uno scoprire il proprio corpo in relazione a quello degli altri, diventa piacere di misurarsi con l’altro.

La musicalità: cantare e suonare musica dà più forza alla giornata dei bambini; i bambini sono “naturalmente” musicali, hanno un orecchio sensibile e hanno una relazione molto intima con i suoni ai quali reagiscono con tutto il corpo. La musica e il canto rappresentano quindi un importante mezzo educativo che le educatrici del nido adottano durante tutta la giornata dei bambini creando quindi un “ambiente sonoro” a loro misura.

La natura: costante rapporto con il mondo della natura attraverso:

  • il contatto diretto: favorire esperienze sensoriali grazie alla possibilità di esplorare la dimensione, lo spazio, la luce, l’ombra, il colore, il suono, la forma e gli odori;
  • lo scorrere del tempo: il bambino non ha il senso del tempo ben definito,necessita quindi di riti per essere aiutato a riconoscere il trascorrere del tempo; si pensi al giorno e alla notte, alle stagioni ma anche al seminare un seme, prendersene cura e vederlo crescere;
  • lo spazio all’aperto: ambiente pensato come “area di apprendimento”; lo stare all’aperto non è un modo per far sfogare un bambino “irrequieto e incontenibile” ma diventa occasione di innumerevoli opportunità, non solo per il gioco e per le relazioni sociali, ma anche per un apprendimento diretto;

Iscrizioni, inserimento e ambientamento

Per iscriversi all’asilo nido…

L’iscrizione all’asilo nido La voce dei bambini può essere effettuata in qualsiasi periodo dell’anno mandando una mail di richiesta a nido.lavocedeibambini@gmail.com

La segreteria risponde dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 16:00 al numero 327.1418465 (solo WhatsApp)

Questa è la nostra email
lavocedeibambini19@gmail.com

Le attività iniziano il 1 settembre e si concludono il 30 luglio di ogni anno scolastico.

È possibile scegliere tra diverse fasce orarie e ci si può avvalere dell’accreditamento del Comune di Firenze.

Inserimento e ambientamento

Per favorire un sereno inserimento del bambino nella comunità educativa, è previsto un primo periodo di ambientamento. Tempi e modalità dell’ambientamento vengono concordate con i genitori all’atto dell’iscrizione.

Organizzazione

I bambini sono organizzati in due gruppi.

Le attività proposte ai bambini sono studiate per favorire il loro corretto sviluppo psicofisico.

L’ambiente risulta strutturato rigorosamente a misura di bambino e predisposto affinché possa soddisfare in maniera esaustiva le sue molteplici esigenze evolutive.

Il nido si avvale di una mensa esterna con tabelle dietetiche, diversificate per stagione ed eventuali problematiche allergologiche del bambino.

Materiale di sviluppo cognitivo

La Montessori realizza del materiale di sviluppo cognitivo specifico per l’educazione sensoriale e motoria del bambino e lo suddivide in:

  • materiale analitico incentrato su un’unica qualità dell’oggetto, per esempio peso, forma e dimensioni. Educa i sensi isolatamente;
  • materiale autocorrettivo educa il bambino all’autocorrezione dell’errore e al controllo dell’errore, senza l’intervento dell’educatore;
  • materiale attraente oggetti di facile manipolazione e uso, creato per invogliare il bambino all’attività di gioco-lavoro con esso.

Il bambino è libero nella scelta del materiale. Tutto deve scaturire dall’interesse spontaneo del bambino, sviluppando così un processo di autoeducazione e di autocontrollo.

L’ambiente dell’asilo

Nel suo insieme l’ambiente è invitante, accogliente, caldo e raccolto, familiare, proporzionato ai suoi giovani ospiti.

L’arredo vuol tenere conto, quanto più possibile, dell’organizzazione di una vera casa, con salottini confortevoli, l’angolo cucina che privilegia l’attività pratica (grattugiare, pelare, sbucciare, mescolare…), un lavandino a misura di bambino per le attività che necessitino dell’acqua, piante e pesciolini rossi dei quali prendersi cura, quadri alle pareti

Dovendo rispondere ai bisogni dei bambini, l’ambiente è tema annuale di verifica e di ripensamento, di modifiche e di aggiustamenti.

Vai alla fotogallery

Foto-10

***

Premettendo che si tratta comunque di sezioni aperte, che consentono al bambino esplorazioni commisurate ai suoi bisogni, si è giunti a una schematizzazione dell’ambiente che:

  • favorisce l’acquisizione dell’indipendenza perché organizzato in modo tale da promuovere l’autonomia (con sedie, mobili e oggetti a misura bambino);
  • consente la libera scelta e permette al bambino l’azione sulle cose;
  • favorisce la concentrazione per un clima calmo, sereno, protettivo (dominano le tonalità pastello);
  • rivela il carattere individuale prevedendo spazi per l’attività del singolo bambino, in modo che ognuno possa sviluppare le proprie potenzialità ed esprimere la propria personalità;
  • favorisce la sicurezza grazie a precisi punti di riferimento che consentano al bambino la padronanza dell’ambiente.

***